Cozzoli "Sport va sostenuto, e' strategico per la ripartenza del Paese"

Redazione

ROMA (ITALPRESS) - Sostenere lo sport significa sostenere la ripartenza del Paese: bene gli aiuti in questa fase di emergenza sanitaria ma per il futuro serve di piu'. Per Vito Cozzoli questi primi mesi alla guida di Sport e Salute non sono stati facili data la pandemia "ma il bilancio e' positivo - racconta a 'La Politica nel Pallone' su Gr Parlamento - Il governo ha avuto il grande merito di dare dignita' ai lavoratori sportivi attraverso il riconoscimento dell'indennita' mensile da 600 euro ma dobbiamo pensare anche al futuro, non accontentarci di misure emergenziali: forse e' arrivato il momento di strutturare degli interventi che possano assicurare allo sport un futuro diverso". Cozzoli pensa a misure come "una fiscalita' di vantaggio, una deducibilita' delle spese sportive, il credito d'imposta per le sponsorizzazioni e gli investimenti nello sport. Perche' non pensare a un bond che metta insieme pubblico e privato per sostenere lo sport in ambito sociale o il riconoscimento previdenziale degli operatori sportivi? L'industria sportiva vale almeno 30 miliardi nel nostro Paese e puo' dare un grandissimo contributo alla ripartenza e allo sviluppo economico". Per Cozzoli "lo sport oggi puo' essere strategico per il futuro del Paese in termini fisici, mentali e di ripartenza. Forse non abbiamo valorizzato fino ad oggi le potenzialita' dello sport sia sotto il profilo sociale ed educativo che come industry del nostro Paese".

(ITALPRESS).

glb/gm/red