Craxi, sindaco Hammamet: "Riuniti in memoria di un amico"

webinfo@adnkronos.com

"Onorevoli ospiti, signore, signori, siamo riuniti oggi in memoria di Bettino Craxi, l'amico e il figlio di Hammamet. Siamo lieti di ricevervi oggi per confermare i rapporti privilegiati tra Hammamet e l'Italia. Hammamet è stata sempre la destinazione di scelta degli italiani che vengono per approfittare del sole e dell'accoglienza". Lo ha affermato Moez Mrad, sindaco di Hammamet, nel corso della cerimonia in ricordo di Bettino Craxi che si è svolta nella città, dove l'ex presidente del Consiglio è sepolto.  

"Hammamet – ha proseguito il sindaco - ha aperto le braccia a Craxi. Ha vissuto tra di noi, ha condiviso le nostre serate e le nostre tradizioni. Ha passeggiato fra le nostre stradine, ha scoperto i suoi segreti e la sua storia. Il signor Craxi ha scritto una storia d'amore tra lui ed Hammamet, che ci ha lasciato il ricordo anche dopo la sua scomparsa. Il nostro incontro oggi lo dimostra. Signore, signori, cogliamo questa occasione per dirvi che la vostra presenza oggi ad Hammamet riflette la profondità delle relazioni tra i due Paesi, che vogliamo consolidare e sviluppare. Attraverso voi tutti, invitiamo gli amici e ospiti di sfruttare tutte le possibilità di cooperazione e di scambio in tutti i campi, le opportunità di investimento, di cui saremo i sostenitori".