Crema solare, le parti del corpo che dimentichi di proteggere

·4 minuto per la lettura

Che ci si trovi in città, in spiaggia o in montagna, quando arriva la stagione estiva è bene proteggere la pelle con la crema solare. Tutte le parti del nostro corpo devono essere protette, ma ce ne sono alcune che crediamo di aver considerato e invece spesso dimentichiamo.

Crema solare, le parti del corpo che dimentichi di proteggere. Cosa consigliano i dermatologi

Leggi anche: >> PERCHÈ LE DITA DELLA MANI E DEI PIEDI DIVENTANO RUGOSE IN ACQUA? ECCO SPIEGATO IL 'MISTERO' Estate vuol dire sole, caldo e pelle scoperta. Se siamo in spiaggia la raccomandazione degli esperti è quella di non esporsi al sole nelle ore più calde, e di proteggere la pelle con creme solari ad ampio spettro. Ma anche se restiamo in città il consiglio resta lo stesso. Con la complicità del caldo, il nostro abbigliamento tende a lasciare scoperte molte zone del corpo: ecco perché è importante usare ugualmente alcuni accorgimenti per proteggersi dai raggi UVA e UVB. I rischi che corriamo se non ci prendiamo cura della nostra pelle sono molteplici: dalle scottature, agli eritemi fino ad arrivare al melanoma, il cancro della pelle. Non solo: un'esposizione prolungata nel tempo porta ad una possibile perdita di elasticità e collagene dando con il passare degli anni alla nostra pelle l'effetto rugoso. Tuttavia anche chi è ligio e attento nell'uso delle creme solari, può non prestare attenzione ad alcune parti del corpo. E' quanto sostengono la Dott.ssa Caren Campbell (dermatologa di San Francisco) e la Dott.ssa Heather Woolrey-Lloyd (dermatologa e direttrice della divisione Skin of the Colour del dipartimento di dermatologia dell'Università di Miami).

Dal collo, alle orecchie, ecco quali zone rischiamo di dimenticare di proteggere

Leggi anche:>> DIETA ABBRONZANTE: I CIBI TOP PER DIMAGRIRE E AVERE UNA TINTARELLA PERFETTA La testa. Sebbene i capelli in parte tutelino il cuoio capelluto, è bene proteggerla ad esempio con un cappello che secondo lo Skin Cancer Foundation è tra i sistemi migliori di protezione. Tuttavia per chi soffre di calvizie o ha capelli diradati il consiglio è quello di utilizzare una crema spray. Le orecchie sono una delle zone più vulnerabili. Spesso coperte dai capelli, non le prendiamo in considerazione, ma sono estremamente delicate. Per questo dobbiamo ricordarci di mettere un'adeguata protezione sulla parte superiore, posteriore e nell'area circostante. Il viso è certo tra le parti del corpo maggiormente considerate, ma alcune aree possono sfuggire quando mettiamo la crema. Si tratta dell'attaccatura dei capelli, delle tempie, della mascella, delle labbra. Per quest'ultime è bene usare un burro cacato o un balsamo per le labbra che contenga un fattore protettivo. Le dottoresse consigliano l'uso di una crema solare con fattore di protezione (SPF) 30 e a largo spettro: questo vuol dire che è in grado di proteggere sia dai raggi UVA che dagli UVB. Ma le zone del corpo che rischiamo di dimenticare non finiscono qui. Se siete tra coloro che amano addormentarsi al sole, ricordate di indossare degli occhiali o mettere la crema per proteggere i vostri occhi e le vostre palpebre! Anche il collo è tra le zone spesso dimenticate. Sia la parte posteriore che laterale non vanno dimenticate: basti considerare che anche mentre guidiamo in macchina, il nostro collo può essere esposto al sole. E per chi ha i capelli lunghi, ricordatevi che quando li raccogliete sopra la testa scoprite una zona spesso non esposta e per questo sensibile. Altra zona solitamente non esposta al sole sono le ascelle. Si tratta di una parte molto delicata e che non dobbiamo assolutamente dimenticare. Leggi anche:>> TI SCOTTI NONOSTANTE LA CREMA SOLARE? ECCO L'ERRORE CHE IN MOLTI COMMETTONO La schiena è certamente una delle aree che più curiamo tuttavia essendo ampia può capitare di non spalmare la crema solare in modo uniforme, specie se lo si fa da soli. Se non potete farvi aiutare da qualcuno, il consiglio delle dermatologhe è quello di optare per un abbigliamento o un ombrellone SPF. Può sembrare banale, ma ripararsi sotto un ombrellone qualsiasi non vi mette al riparo da spiacevoli scottature. Infine tra le parti del corpo che dimentichiamo di proteggere troviamo il dorso delle mani e quello dei piedi. La raccomandazione della Dott.ssa Campbell e della Dott.ssa Woolrey-Lloyd è che tutti quanti dovrebbero proteggere la proprio pelle dal sole. Non solo per prevenire possibili malattie ma anche perché la protezione è il miglior investimento antiinvecchiamento. Crediti foto@Shutterstock