Cremlino non commenta indiscrezioni su colloqui con Usa per de-escalation in Ucraina

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov partecipa a una conferenza stampa a Samarcanda

(Reuters) - Il Cremlino non ha commentato le indiscrezione del Wall Street Journal secondo cui Washington avrebbe tenuto colloqui segreti con alti funzionari russi per evitare un'ulteriore escalation nella guerra in Ucraina.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto ai giornalisti che la Russia rimane "aperta" ai colloqui, ma non è in grado di condurre negoziati con Kiev dal momento che questa si rifiuta di intrattenere colloqui con la Russia.

Il Wall Street Journal ieri ha riportato che il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha tenuto colloqui segreti con alti funzionari russi nella speranza di ridurre il rischio che la guerra in Ucraina si allarghi o si spinga a un conflitto nucleare.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Claudia Cristoferi)