Cremlino, produzione italiana Sputnik V aiuterà a soddisfare domanda estera

·1 minuto per la lettura
Una spedizione di vaccini russi Sputnik V all'aeroporto di Teheran

MOSCA (Reuters) - Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che i piani per la produzione in Italia del vaccino russo Sputnik V contro il Covid-19 potrebbero aiutare a soddisfare velocemente la domanda estera.

I commenti di Peskov arrivano dopo che il fondo sovrano moscovita Rdif e la compagnia farmaceutica svizzera Adienne hanno siglato un accordo per produrre lo Sputnik V in Italia.

In virtù dell'accordo, che dovrà essere approvato dalle autorità italiane prima dell'inizio della produzione, il vaccino potrebbe essere prodotto in Europa per la prima volta.

Peskov ha anche evidenziato come i commenti di una funzionaria dell'Agenzia Europea del Farmaco (Ema), secondo cui gli Stati membri dell'Unione europea dovrebbero evitare di approvare il vaccino russo al momento, sono "inappropriati a dir poco".

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)