Cremona: si fingono operai, denunciati in 8 per la 'truffa dell'asfalto'

·1 minuto per la lettura
Cremona: si fingono operai, denunciati in 8 per la 'truffa dell'asfalto'
Cremona: si fingono operai, denunciati in 8 per la 'truffa dell'asfalto'

Milano, 13 mar. (Adnkronos) – Si fingevano operai, con tanto di camion attrezzi, di una ditta di opere stradali e convincevano gli anziani a farsi rifare l'asfalto del cortile. Otto persone sono state denunciate dai carabinieri di Romanengo (Cremona), per tentata truffa. Gli otto, di varie nazionalità, tutti disoccupati e regolari ma senza fissa dimora, due giorni fa hanno provato ad adescare la loro vittima nel comune di Salvirola (Cremona) presentandosi davanti casa e proponendo il lavoro per 400 euro. Il denaro, però, doveva essere consegnato subito. L'anziana signora, una vedova di 82 anni, è stata 'salvata' dal passaggio di una pattuglia di carabinieri, che si sono insospettiti per l’atteggiamento degli “operai”. Gli uomini, identificati in uno scozzese, uno slovacco, tre polacchi e tre bulgari avevano al seguito delle attrezzature da cantiere, non idonee a un rifacimento stradale.

Accompagnati al comando di Crema, sono stati denunciati: non erano dipendenti di nessuna ditta di rifacimenti stradali e uno dei tre pregiudicati del gruppo era coinvolto nelle cosiddette “truffe dell’asfalto inglese”. Questa truffa è un tipo di raggiro che negli ultimi anni si è diffuso tra i travellers, delinquenti di bande irlandesi o inglesi insieme a soggetti dell’Est Europa. La banda si muove a bordo di un camion con spartani attrezzi da lavoro e su un furgone che trasporta il resto della banda. Le vittime sono privati, piccoli artigiani e piccoli imprenditori: propongono loro lavori di asfaltatura a prezzi vantaggiosi, millantando collaborazioni con ditte della zona.