Cremona, vigilante pretende sesso per non denunciare una ladra: arrestato

Vigilante pretende sesso per non denunciare una ladra: arrestato. Getty Creative
Vigilante pretende sesso per non denunciare una ladra: arrestato. Getty Creative

“Sesso con me o ti denuncio”: è iniziato così l’incubo di una donna 25enne di Cremona. Sorpresa a rubare una piastra per capelli da un gruppo di vigilantes, la donna è diventata vittima di estorsioni e tentati abusi sessuali da parte di una guardia giurata.

LEGGI ANCHE - Caserta, abusi sessuali su minorenni: arrestato 69enne medico dello sport

Subito dopo essere stata fermata dal gruppo di guardie fuori dal negozio, la donna aveva fornito le sue generalità, compresi documenti e numero di cellulare. Disoccupata e spaventata – una denuncia le avrebbe impedito di trovare lavoro -, la donna ha accettato di ripagare l’oggetto rubato.

GUARDA ANCHE IL VIDEO - Uragano Fiona, onde spaventose nell’oceano. Il video nel bel mezzo della burrasca è impressionante

Un vigilante di 53 anni, facente parte del gruppo, ha utilizzato questi dati per rintracciare la donna e minacciarla di denuncia qualora non avesse accontentato le sue richieste a sfondo sessuale. “Ho tre mesi di tempo per denunciarti ma stai tranquilla: cerca di essere disponibile con me e non ti succederà nulla”, queste le minacce dell’addetto alla sicurezza. E ancora: “Devi fare tutto quello che ti chiederò”. La donna, scossa dal comportamento della guardia, si è subito rivolta alla madre. Dopodichè, è partita una denuncia.

La 25enne ha accettato di collaborare con le forze dell’ordine, fungendo da esca in un incontro registrato cool 53enne, che dopo essersi presentato al luogo prestabilito è stato arrestato dai militari.