Crimi: c'è chi fa polemiche per esistere, noi realizziamo fatti

Tor

Roma, 13 feb. (askanews) - "C'è chi a parole dice di voler aprire cantieri, e c'è chi li apre davvero. C'è chi per esistere ha bisogno di polemiche e provocazioni, e c'è chi le polemiche le lascia agli altri, impiegando il proprio tempo a lavorare, costruire, risolvere problemi, trovare soluzioni. C'è chi a suon di slogan si vanta di essere dalla parte dei cittadini, e c'è chi lo è realmente, con i fatti e le azioni concrete". Lo dichiara via Fascebook il capo politico reggente M5s Vito Crimi.

"Oggi alla Camera dei Deputati - sottolinea Crimi- abbiamo ottenuto un risultato molto importante, nel solco di quella "rivoluzione verde" che per noi e per l'Italia rappresenta una priorità. Nel decreto Milleproroghe è stato approvato un emendamento che consente il passaggio dal classico modello centralizzato di consumo dell'energia a un modello decentralizzato. Una "democrazia energetica" che consentirà la creazione di vere e proprie comunità energetiche, che potranno così condividere costi e benefici. Questa misura determinerà infatti benefici sia per i privati cittadini che per le imprese, consentendo di abbassare sensibilmente le bollette, ridurre lo spreco di energia e creare lavoro per le nostre Pmi che si occupano di ristrutturazione e riconversione".

"Ringrazio - conclude Crimi- i parlamentari del MoVimento 5 Stelle e della maggioranza che hanno raggiunto questo risultato collaborando con spirito costruttivo. Tutto il resto non interessa agli italiani. Chi ha voglia fare e contribuire per il bene del Paese è il benvenuto, per altro non c'è spazio".