Crimi: piazza simbolo rinascita, paese ha bisogno del M5s

Luc

Roma, 15 feb. (askanews) - "Qualcuno ci ha dato per finiti, in fase di sfinimento, e pensava di potersi riprendere quello che gli abbiamo tolto ma non hanno fatto i conti con i cittadini. Stiamo dimostrando che quello che abbiamo fatto non si tocca, nessuno deve permettersi di toccare risultati raggiunti". Lo ha detto il capo politico M5s, Vito Crimi, dal palco della manifestazione M5s contro i vitalizi in piazza Santi apostoli.

Crimi ha chiamato sul palco Sara e David, i due attivisti che hanno lanciato attraverso il web la mobilitazione di oggi: "Sono il simbolo del riscatto, della rinascita, lavorare insieme uniti ci fa vincere le nostre battaglie. Loro hanno lanciato questa manifestazione in rete e insieme a loro abbiamo potuto realizzare tutto questo", ha detto il capo politico. "Ci siamo - ha detto Sara - non è vero che siamo morti. La piazza è la nostra casa e da qui ripartiremo forti tutti insieme".

Crimi ha fatto sapere che sono stati "novanta i pullman arrivati da tutta Italia: una partecipazione così l'avevamo un po' dimenticata ma ci avete fatto ricordare quale è la passione e l'entusiasmo che ci ha portato in Parlamento. Ringraziamo tutti quelli che hanno organizzato, i facilitatori, è la prima prova sul campo del rilancio del Movimento. Il paese ha bisogno di M5s perché non si fermi la rivoluzione gentile. Qualcuno dice che abbiamo dei toni moderati, saremo anche moderati nei toni ma non nell'anima".