Crimi: sì a dialogo con opposizioni, Conte mai sottratto

Pol/Arc
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 ott. (askanews) - "Ritengo che il contributo costruttivo delle opposizioni, soprattutto in una fase così difficile per il Paese, sia un fatto necessario". Lo afferma ad Affaritaliani.it il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi rispondendo alla domanda sulla collaborazione tra le forze politiche per affrontare la crisi sanitaria, economica e sociale causata dalla seconda ondata del Covid-19. "Del resto le porte del governo e della maggioranza sono sempre rimaste aperte e il presidente Conte non si è mai sottratto al confronto. Aggiungo anzi che, nella chiara distinzione dei ruoli costituzionali, è indispensabile che le forze di opposizione continuino a svolgere il loro ruolo". "Per quanto mi riguarda - ha aggiunto Crimi - questo contributo può essere dato prima di tutto abbassando i toni perchè questo consentirà a tutti di lavorare al meglio. Ed è questo ciò di cui il Paese ha bisogno. Non parlo solo dei toni delle opposizioni, ma di tutta la politica. Se come è giusto che sia ci si vuole confrontare per fare il bene dell'Italia, allora prima bisogna smetterla di gridare, soffiare sul fuoco e prendere una posizione netta nei confronti delle frange violente. Il mio auspicio - conclude Crimi - resta invariato anche se le dichiarazioni di leader ed esponenti del centrodestra di queste ultime ore purtroppo non lasciano molto spazio ai buoni auspici".