Crimi scrive a eletti M5S per sollecitare contributo a Rousseau

Bar
·1 minuto per la lettura

Roma, 6 nov. (askanews) - Vito Crimi ha scritto a deputati e senatori dei gruppi M5S per sollecitare il pagamento delle quote dovute per la gestione della piattaforma Rousseau, attorno alla quale ruota la vita interna dell'organizzazione ma che in molti vorrebbero ridimensionare per sottrarre il controllo della comunicazione e delle votazioni interne a Davide Casaleggio, presidente dell'Associazione Rousseau che affianca il M5S. "L'Associazione Rousseau, come sai, fornisce un servizio di supporto non solo tecnologico, al capo politico e all'intero Movimento", ha scritto Crimi ai colleghi parlamentari. "Sono consapevole - ha aggiunto il capo politico reggente del M5S - che in questi ultimi tempi tra i colleghi serpeggia qualche perplessità sul ruolo dell'Associazione Rousseau, ma ti posso assicurare che il supporto fornito è indispensabile all'attività del capo politico e allo svolgimento delle numerose attività quotidiane del Movimento 5 stelle (certificazioni liste, pubblicazioni sul blog, lex parlamento, adempimenti legali e fiscali, tutela legale, ecc ecc.)". "L'associazione Rousseau, e di conseguenza la piattaforma, si avvalgono quasi esclusivamente - ha sottolineato Crimi - dei contributi che noi portavoce nazionali eroghiamo mensilmente, ed è sulla base di tali erogazione che è in grado di programmare le attività da svolgere e le risorse umane da dedicare. Nelle more dello svolgimento degli Stati Generali e della definizione di eventuali specifici accordi con detta associazione, rimane valido l'impegno fissato in sede di candidatura al sostegno economico mensile per la piattaforma tecnologica". (segue)