Criminalità, condannati i vertici del clan Cordaro

Nav

Roma, 1 ott. (askanews) - Associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione di armi, anche da guerra, riciclaggio ed altro. Queste le principali contestazioni per cui sono stati ritenuti colpevoli e condannati i vertici del clan Cordaro. In particolare i giudici della IV sezione del Tribunale di Roma hanno dato a Salvatore Cordaro 26 anni e 9 mesi; Valentino Iuliano 26 anni di reclusione. Condannati anche un avvocato, che ha preso 12 anni e mezzo ed un altro imputato che ha avuto 12 anni. Nel corso dell'inchiesta - si ricorda - erano stati effettuati numerosi sequestri droga, munizioni e armi tra cui Ak-47, un fucile a pompa e 5 pistole all'interno di un 'bunker' attrezzato con un sistema di videosorveglianza dove veniva tenuta la contabilità dello spaccio. Gli arresti nel luglio 2017 erano stati 37. Il giro d'affari scoperto era di milioni di euro.