Criminalità, Dia di Lecce sequestra 5 milioni a pregiudicato

Red/Nav

Roma, 24 ott. (askanews) - La DIA di Lecce, con il supporto operativo della Questura di Taranto, ha dato esecuzione ad un sequestro di beni nei confronti di Giuseppe Catapano, 51enne di Taranto, già condannato per associazione di tipo mafioso, estorsione e detenzione di armi.

Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Lecce - Ufficio Misure di Prevenzione - su proposta del direttore della DIA, Generale Giuseppe Governale, e del Procuratore della Repubblica, Leonardo Leone De Castris, è frutto di indagini patrimoniali - si spiega in una nota - che hanno evidenziato una netta sproporzione tra i redditi dichiarati e il tenore di vita condotto da Catapano, risultata il frutto delle attività delittuose poste in essere.

In particolare il sequestro ha riguardato due ville, un'abitazione, otto magazzini e un terreno, tra Taranto, Castellaneta Marina e Martina Franca, nonché quote societarie, cinque compendi aziendali (operanti nel settore ittico), numerosi veicoli e conti correnti, per un valore complessivo di oltre 5 milioni di euro.