Criminalità: in manette baby gang attiva nella Brianza

Roma, 23 lug. (askanews) - Seminavano il panico tra gli adolescenti con minacce e rapine. I militari del Comando Provinciale Carabinieri di Monza Brianza stanno eseguendo quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale per i minorenni di Milano nei confronti di quattro minorenni residenti nel vimercatese. Gli indagati sono ritenuti autori di dodici rapine aggravate, una tentata rapina aggravata, un furto aggravato e porto abusivo di armi. I reati sono stati commessi a Vimercate, Arcore e Concorezzo tra gennaio e maggio 2019.

La baby gang prendeva di mira le proprie vittime, anch'esse minorenni con età compresa tra i 13 e i 16 anni, che una volta raggiunte dalla banda venivano accerchiate, minacciate con i coltelli e costrette a consegnare denaro e cellulari, sferrando violenti calci e pugni ai malcapitati.

Molto attivi sui social, gli indagati sui loro profili amavano ritrarsi in atteggiamenti aggressivi, impugnando pistole e indossando passamontagna.

Prima di colpire, si riunivano nei pressi del centro commerciale di Vimercate per individuare le vittime, anch'esse minorenni.

Tre degli indagati sono stati arrestati e verranno associati presso l'Istituto Penale Minorile "Cesare Beccaria" di Milano; vengono mantenute attive le ricerche dell'ultimo componente della banda, che non è stato rintracciato all'interno della sua abitazione.