Crimini via web, Polizia Postale: nel 2019 indagate 288 persone

Cro-Mpd

Roma, 4 gen. (askanews) - Nell'ambito dei reati contro la persona perpetrati sul web, dal mese di gennaio 2019 ad oggi, sono state indagate 288 persone, per aver commesso estorsioni a sfondo sessuale, stalking, molestie e minacce sui social network. Sono i numeri del Resoconto dell'attività della Polizia Postale e delle Comunicazioni nel 2019. Risultano in costante aumento le diffamazioni on line, soprattutto ai danni di persone che ricoprono incarichi istituzionali o comunque conosciute dal grande pubblico: 2426 i casi trattati e 738 le persone indagate. Sono stati segnalati 514 casi di ricatto on line dall'inizio dell'anno. Una particolare rilevanza ha assunto l'attività di contrasto al revenge porn, un fenomeno in continua crescita, per il quale sono 24 le persone indagate. Purtroppo i dati non rispecchiano la gravità e l'estensione del fenomeno, a causa della ritrosia a denunciare di molte persone.

Inoltre, riferisce il Rapporto, sono oltre 2000 gli spazi virtuali monitorati nel 2019 per condotte discriminatorie di genere, antisemite, xenofobe e di estrema destra.