**Criptovalute: Lagarde, chiamiamole per nome, sono solo asset speculativi**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 1 set. – (Adnkronos) – "Penso che tutte le criptovalute non siano affatto valute. Sono asset speculativi, pertanto ritengo che tutti, nel settore finanziario e a livello normativo, dovremmo chiamare le cose col loro nome. Un bene è un bene e deve essere regolamentato come tale, deve essere supervisionato dai regolatori e dalle autorità di vigilanza sui beni, ma non deve affermare che è una valuta, perché non lo è". E' il netto giudizio di la presidente della Bce Christine Lagarde in un'intervista a Klaus Schwab, fondatore del World Economic Forum, appena pubblicata sul sito della Banca Centrale Europea.

Quanto alle 'stable coin' "fingono di essere una moneta, ma in realtà sono completamente associate a una valuta reale. Ad esempio, alcune di loro affermano di poter essere utilizzate per le transazioni, ma il valore sarà esattamente allineato al dollaro". Pertanto, spiega, chi le emette dovrebbe garantire un pari controvalore in dollari "e ciò deve essere verificato, supervisionato e regolamentato, in modo che i consumatori e gli utenti di tali strumenti possano essere effettivamente garantiti contro potenziali false dichiarazioni". Invece , ricorda, "la storia molto recente ha dimostrato che tali valute di riserva non erano sempre disponibili e liquide come avrebbero dovuto essere".

Diverso, conclude, il caso delle valute digitali allo studio delle banche centrali, da quella cinese alla Bank of England, per finire con Federal Reserve e la stessa Bce che – ricorda la Lagarde – ha deciso una fase di due anni di studio sull'euro digitale che però dovrà essere una valuta "sicura, disponibile a condizioni favorevoli, che possa essere utilizzata anche come mezzo di pagamento a condizioni ragionevoli e che non metta a rischio l'intero sistema bancario".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli