Crisi chip, Honda: s’allungano tempi ripresa piena produzione

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 nov. (askanews) - La crisi di forniture di chip ha costretto la casa automobilistica giapponese Honda Motor di rivedere la sua previsione di utili per quest'anno a 555 miliardi d yen (4,1 miliardi di euro) rispetto ai 670 miliardi (5,1 miliardi di euro). L'ha annunciato la stessa ocmpagnia presentando i suoi risultati operativi.

Ad agosto Honda aveva previsto un parziale recupero della produzione nela secondsa metà dell'anno, ma i colli di bottiglia che si sono determinati nelle forniture dei chip - causati in particolare dall'incendio di quest'anno in una fabbrica della Renesas e da una serie di fenomeni atmosferici in Texas, oltr che dai lockdown causati in Asia sudorientale dalla variante Delta del Covid-19 - hanno allungato i tempi del recupero di produzione.

Honda prevede che in questo anno fiscale venderà 4,2 milioni di vetture, con un calo del 13 per cento rispetto alle precidenti previsioni. L'utile operativo dovrebbe essere 660 miliardi di yen (5 miliardi di euro), uguale al precedente anno fiscale.

Per il semestre Honda ha registrato un utile netto di 389 miliardi di yen (2,9 miliardi di euro), con un incremento del 143 per cento rispetto allo stesso periodo dell'annno precedente, che però era stato un periodo pesantemente falsato dall'epidemia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli