Crisi di governo, anche Lapo dice la sua: "Politici sono dei Fantozzi di Provincia"

lapo elkann
lapo elkann

Tra i tanti personaggi pubblici indignati per la crisi di Governo e le dimissioni di Draghi c’è anche Lapo Elkann che tramite Twitter sfoga la sua rabbia: “Complimenti ai fenomeni che lo hanno mandato a casa”.

Lapo Elkann su Twitter: “Complimenti ai fenomeni che hanno mandato a casa Draghi”

La crisi di governo e le dimissioni di Draghi hanno suscitato rabbia e indignazione in molti personaggi pubblici, e tra quelli più desiderosi di esprimere la sua opinione in materia c’è anche Lapo Elkann che tramite Twitter non ha risparmiato critiche nei confronti della classe politica dirigente.

Complimenti ai fenomeni che mandano a casa l’italiano più rispettato a livello internazionale che ha tentato con ogni sforzo di dare una mano ad un Paese disastrato da una manica di buffoni e scappati di casa. Sono dispiaciuto, ma attendo con ansia l’arrivo dei fenomeni”, così esordisce il suo sfogo su Twitter Lapo Elkann.

“Fantozzi di Provincia”

Lapo però va oltre la critica e si lascia andare a considerazioni più importanti, pensando alle questioni pendenti come la crisi energetica, senza risparmiare ancora una volta aggettivi duri nei confronti dei politici:

Sarà gustoso vedere questi fenomeni trattare per il gas, fare accordi internazionali, farsi rispettare in Europa. Vi illudono che quando arriveranno loro si faranno rispettare, che sono machi, che urlano, sbandierano il tricolore, cantano l’Inno, ma in realtà sono dei Fantozzi di Provincia che come escono dal Raccordo contano meno di zero“.

Un flusso di coscienza che non è di certo passato inoservato, anzi, è stato accolto molto bene dai suoi followers. Al momento infatti il tweet ha raccolto quasi 30mila likes e oltre 3600 ricondivisioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli