Crisi di governo, Calenda: “C’è soltanto una cosa da dire: grazie”. Ecco a chi si riferisce il leader di Azione

Nell’attesa che Mario Draghi si recasse alla Camera prima e al Quirinale poi, i leader dei vari partiti si sono esposti sulle piattaforme social più che ai microfoni dei telegiornali. E’ proprio ai social network infatti che capi partito come Meloni, Calenda, Renzi e Conte affidano le proprie riflessioni riguardanti la crisi di governo e la fine della legislatura a guida Mario Draghi. Il leader di Azione Carlo Calenda esordisce così: “C’è soltanto una cosa da dire: grazie”. Ecco a chi si riferisce.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli