Crisi di Governo, Draghi non sale al Quirinale: si ipotizza un colloquio con Mattarella domani

draghi non sale al Quirinale
draghi non sale al Quirinale

Draghi non sale al Quirinale. L’incontro tra il presidente del Consiglio e il presidente della Repubblica potrebbe verificarsi nella giornata di giovedì 21 luglio, dopo il passaggio parlamentare alla Camera.

Crisi di Governo, Draghi non sale al Quirinale

Si è conclusa con il raggiungimento della fiducia la votazione che si è tenuta in Aula alla Camera nel pomeriggio di mercoledì 19 luglio. La risoluzione Casini è passata con 95 voti favorevoli e 38 contrari mentre i votanti sono stati 133 rispetto ai 192 senatori presenti. In molti, si aspettavano che il premier andasse al Quirinale per rassegnare le dimissioni. La maggioranza, infatti, politicamente non esiste più anche se i numeri ottenuti al Senato non hanno sfiduciato il premier. Per questo motivo, probabilmente, Draghi ha deciso riflettere sulla situazione in fase di sviluppo e rimandare di circa 24 ore la visita al Quirinale.

Si ipotizza un colloquio con Mattarella domani

Nel frattempo, è stato confermato il dibattito in Aula alla Camera alle ore 09:00 di giovedì 21 luglio. In questa circostanza, verranno dibattute le comunicazioni già rese al Senato e precedentemente depositate a Montecitorio nella giornata di martedì 19. Non è previsto, invece, un nuovo intervento di Draghi.

Secondo fonti di parlamentari di maggioranza, tuttavia, pare che in Aula alla Camera il premier sia intenzionato ad annunciare la propria intenzione di dimettersi al Quirinale all’inizio della discussione generale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli