Crisi di governo, Fico non sarà premier: “Continuerà con il suo ruolo”

crisi di governo

“Se non ci date un premier terzo, scelto insieme a un tavolo, allora noi alle consultazioni da Mattarella faremo il nome di Roberto Fico. Vogliamo vedere come fate a dire di no”. Sarebbe questa la minaccia espressa dal Pd, che propone l’attuale presidente della Camera come nuovo premier italiano. Nicola Zingaretti esclude ogni possibilità di un nuovo governo Conte. A sua detta, infatti, è stato un governo di “discontinuità” per cui ora è necessario effettuare una svolta. Un altro passo in avanti nell’attuale crisi di governo: il Partito democratico ha fatto il nome di Fico, esponente grillino a capo dell’ala più radicale dei pentastellati. Giuseppe Conte si è dimostrato il più possibile equidistante tra le volontà del M5S e quelle del suo alleato di governo, la Lega. Roberto Fico, invece, sarebbe un esponente nettamente più vicino alle fila dei 5 Stelle. In passato, inoltre, ha dimostrato una certa vicinanza con alcune posizioni della sinistra, sia per questioni economiche e sia per la gestione dei flussi migratori.

Tuttavia, l’attuale presidente della Camera si sfila e fa sapere di voler continuare con il suo incarico.

Crisi di governo, Fico non sarà premier

Roberto Fico ricopre l’incarico di presidente della Camera dei deputati e intende responsabilmente dare continuità al suo ruolo”. Così riferiscono fonti di Montecitorio riportare dall’Huffington Post.

Nelle ultime ore si era fatta sempre più strada la proposta di Fico alla guida del possibile nuovo esecutivo composto da M5S e Pd. L’invito era stato espresso dal segretario Dem Nicola Zingaretti. Luigi Di Maio sembra sia stato escluso dai giochi politici degli ultimi giorni e non si è ancora espresso a riguardo.