Crisi di governo in diretta: le ultime notizie

Primo Piano
·6 minuto per la lettura

Con l'annuncio di Matteo Renzi delle dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto, si è aperta la crisi di governo. Il premier Conte parla di un "notevole danno al Paese" da parte del leader di Italia Viva. Centrodestra all'attacco con Salvini e Meloni che vogliono il voto.

GALLERY: La crisi di governo raccontata dai social, i meme più divertenti

LE NOTIZIE DI DOMENICA 17 GENNAIO IN TEMPO REALE

Ore 20.42 - Boccia: "Relativa o meno, ci sarà maggioranza" | "La maggioranza ci sarà poi se sarà una maggioranza relativa o no lo diranno i numeri". Così ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, a Che tempo che fa.

Ore 20.18 - Tajani (FI): “La sinistra non offre spettacolo di serietà. Noi siamo pronti” | “L’Italia ha bisogno di un governo fatto da persone serie, affidabili e credibili. Vediamo se Conte ha i numeri alla Camera e al Senato: se non li ha dovrà andare a dimettersi dal capo dello Stato il quale dovrà decidere. Noi siamo pronti ad assumerci le nostre responsabilità”. Lo ha detto Antonio Tajani al Tg4.

Ore 19.06 - Governo: domani alle 12 comunicazioni Conte alla Camera | Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, lunedì 18 gennaio alle ore 12 terrà alla Camera dei Deputati le Comunicazioni sulla situazione politica in atto. E' quanto conferma una nota dell'ufficio stampa della presidenza del Consiglio.

LEGGI ANCHE: Che succede se Conte diventa un Super Renzi?

Ore 18.24 - Meloni: "Monti vuol far fallire imprese italiane" "Il senatore a vita Mario Monti sostiene che una delle condizioni per votare la fiducia al governo sia quella di togliere i 'ristori' ad artigiani, commercianti, ristoratori e tutte quelle attività a cui è stato impedito di lavorare. La soluzione che propone Monti è semplice: far fallire le partite Iva e la piccola impresa italiana”. Lo afferma Giorgia Meloni di Fdi.

GUARDA ANCHE - Chi è Giorgia Meloni?

Ore 17.53 - Taverna: "Paese non sarà gestito da chi senza scrupoli" | "Non c'è niente da fare, nel nostro Paese le persone capaci invece di generare riconoscimento e gratitudine con il suscitare invidia. Dovremmo essere tutti orgogliosi del Presidente Conte. Così su Facebook la senatrice del M5s Paola Taverna, vicepresidente del Senato.

LEGGI ANCHE: Renzi ha deciso di non entrare più in maggioranza. Calenda e Mastella continuano a litigare

Ore 17.11 - Patuanelli: "Giudizio negativo Renzi ma in Iv fermento" | Matteo Renzi "se n'è fregato del Paese, agendo per avere uno spazio politico che non aveva più. Quella del Recovery è una scusa: ha rotto perché Conte è il più amato dagli italiani e lui il più odiato". Il giudizio negativo, precisa, "è su Renzi, non su Iv, dove c'è molto fermento". È quanto afferma, in un'intervista a Il Piccolo di Trieste, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, scongiurando la salita al potere della destra.

LEGGI ANCHE: Boschi: "Senza Italia Viva i numeri non ci sono"

Ore 16.18 - Rostan (IV): “Voto fiducia Conte alla Camera” | "Ho deciso di votare la fiducia al governo Conte. Lo faccio perché tra la critica al governo e la crisi di governo c'è una grande differenza, e la differenza si chiama politica, cioè ricerca delle soluzioni, tentativo di intesa”. Così Michela Rostan (Iv), vicepresidente Commissione Affari sociali della Camera.

LEGGI ANCHE: Di Maio: "Non lasceremo gli italiani agli irresponsabili"

Ore 15.43 - Mastella: “Mai visto Conte ma voglio che vada avanti” | "Io non ho mai incontrato Conte in vita mia. Mai incontrato Bettini negli ultimi tempi. Le telefonate le faccio di mia iniziativa. Voglio evitare che portando l'accentuazione sulla mia persona si pensa di caricare a Conte una responsabilità. Io ho ricevuto più telefonate di quante ne abbia fatte, anche da parte di senatori di Renzi". Lo dice Clemente Mastella a 'In mezz'ora in più". "Io voglio che Conte vada avanti. Non sono convinto dell’a azione di governo ma ritengo che in questo momento sia ingenerosi ed immorale andare al voto".

LEGGI ANCHE: Siparietto in tv di Calenda e Mastella: uno chiama, l'altro chiude

Ore 15.10 - Renzi: “Conte non avrà maggioranza” | “Domani Conte viene in Aula. Noi gli avevamo chiesto "ritieni di cambiare qualcosa su quanto è stato fatto o nel governo? Il presidente del Consiglio ha risposto "ho il governo migliore del mondo". A quel punto abbiamo chiesto possiamo metterci sulle cose da fare? Il presidente del Consiglio ha risposto di no, ha detto vado in Aula. Il portavoce del premier ha detto "asfaltiamo il premier". E io non credo avranno la maggioranza". Lo dichiara il leader di Iv Matteo Renzi a "Mezz'ora in più", su Raitre.

Ore 14.40 - M5S: “Con Renzi strade divise” | Lo scrivono in un post su Fb Vito Crimi, Alfonso Bonafede e i capigruppo M5S di Camera e Senato ribadendo che "i gruppi parlamentari, i membri di Governo saranno tutti al fianco di Conte".

Ore 13.25 - Di Maio: “Non lasceremo italiani a irresponsabili” | "Il Movimento 5 stelle è compatto. Mentre c'è chi prova a distruggere, noi ci impegniamo a ricostruire", rivendica il ministro degli Esteri. Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio.

Ore 12.15 - “Impossibile collaborare con presunzione” | "Una cosa è rilanciare, rinnovare, cambiare, aprirsi e mettersi in discussione, altra cosa è distruggere, avere un approccio liquidatorio, aprire una crisi al buio che rappresenta l'opposto della volontà di migliorare l'azione di governo. Se non si rispettano le opinioni degli altri, avendo la presunzione di tenere in considerazione solo le proprie, allora viene meno la fiducia e la possibilità di lavorare insieme". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, nel suo intervento alla direzione del partito.

Ore 12.00 - Zingaretti: “Fiducia spetta al Parlamento” | "Questo governo è un governo parlamentare, non figlio di un diretto mandato elettorale ed è il Parlamento che deve sancire o meno la fiducia". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, nel suo intervento alla direzione del partito.

Ore 11.30 - Zingaretti: “Crisi incomprensibile e sconcertante” | "Lo sconcerto che nel mondo intero nei governi, nelle persone, ha provocato la notizia della crisi affonda qui le radici, nel ritorno, il giorno dopo l'approvazione del recovery, di un'Italia che rischia di aprire una fase incomprensibile". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, nel suo intervento alla direzione del partito.

Ore 10.45 - Lonardo: “Voto fiducia, ma senza nulla in cambio” | Queste le parole di Sandra Lonardo, moglie di Clemente Mastella e facente parte del gruppo Misto, in risposta alle critiche delle ultime ore.

Ore 09.45 - “Renzi non ha più credibilità” | A dirlo è stato Goffredo Bettini, consigliere del segretario Pd Zingaretti, in un’intervista al Corriere della sera ribadendo la chiusura nei confronti di Italia Viva.

Ore 09.30 - Boschi: “Maggioranza al Senato irraggiungibile senza Iv” | “La quota 161 per la maggioranza al Senato è irraggiungibile. I numeri non ci sono. Prima ne prendono atto, prima possiamo iniziare a costruire il futuro”. Così Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva, intervistata da Il Messaggero.

Ore 09.00 - Renzi: “Serve governo di coalizione, senza Iv non ci sono numeri” | “Il Pd sa che senza Italia viva non ci sono i numeri. Forse non sarà più amore, ma almeno è matematica. Se Zingaretti insiste a dire no a Italia viva, finisce col dare il Paese a Salvini. È questo ciò che vuole?". A parlare è Matteo Renzi, il leader di Italia Viva che in una intervista al Corriere della Sera torna a spiegare le ragioni dell'uscita dal governo.

VIDEO - Chi è Matteo Renzi

SFOGLIA LA GALLERY: Crisi di governo: ecco chi sono i 20 responsabili corteggiati da Conte

LEGGI ANCHE: Crisi di governo, quando e come si svolge il voto di fiducia in Parlamento