Crisi di governo, mozione di sfiducia. Il botta e risposta Salvini-M5s

Crisi di governo, la Lega presenta la mozione di sfiducia

La Lega presenta al Senato una mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte. Convocata dalla presidente di Palazzo Madama, Maria Elisabetta Alberti Casellati, per lunedì 12 alle ore 16 la conferenza dei capigruppo che dovrà stabilire i tempi di discussione e votazione della mozione.

VIDEO - L’intervento di Conte dopo l’apertura della crisi di governo

Salvini: “Accordi Pd-M5s? Una vergogna nazionale”

”C'è da dare all'Italia e agli investitori stranieri un governo stabile", sostiene Matteo Salvini in comizio a Polignano a Mare (Bari). "Un governo che per cinque anni vada avanti come un treno rifondando questo Paese", aggiunge. Il vicepremier indossa una maglietta blu con il suo nome sulle spalle e la scritta "La Puglia nel cuore".

"In democrazia se cade un governo la via maestra è ridare la voce al popolo italiano, mi rifiuto di pensare ad accordi Pd-M5S che sarebbero una vergogna nazionale".

Pronta la risposta del Movimento 5 Stelle su Facebook: "Salvini sta andando fuori giri: prima fa cadere il governo inventando supercazzole, poi vaneggia di un nciucio tra il Movimento 5 Stelle e il Pd. Parliamoci chiaro: qui chi è andato a braccetto con Renzi, Zingaretti, Gentiloni e compagnia cantando è proprio la Lega!”

Consigliera M5s evoca piazzale Loreto per Salvini

La consigliera municipale del M5S a Genova Stefania Giovinazzo con un post su Facebook ha rievocato “piazzale Loreto” per il vicepremier Matteo Salvini dopo l'apertura della crisi di Governo modificando poi quanto scritto. "Attento caro 'Ruspa', la storia ci insegna che passare dall'avere le piazze gremite di persone che applaudono a finire a testa in giù, e' un attimo", sosteneva il post. A rivelarlo sono i leghisti genovesi che chiedono le dimissioni di Giovinazzo. "Bene la modifica del post, ma ora si dimetta".

Poco dopo, con un lungo post, Stefania Giovinazzo si è scusata per i toni usati: “Mi spiace se qualcuno possa essersi sentito in qualche modo offeso per ciò che ho scritto, l’ho ammesso anche sopra, ho usato un paragone molto forte, ma credetemi, non è nella mia natura inneggiare all’odio”.

SFOGLIA LA GALLERY: Crisi di governo, l’ironia social

VIDEO - Crisi, Di Maio sfida Salvini

Salvini contestato a Peschici

Il leader leghista, dopo Termoli, arriva a Peschici e dal palco promette: "Già quest'anno fino a 65 mila euro le partite iva, gli autonomi pagano solo il 15% di tasse. L'obiettivo è arrivare al 15% di tasse per tanti italiani: il prossimo governo avrà questo come primo obiettivo. E se l'Europa ce lo fa fare, bene; altrimenti lo facciamo lo stesso".

Matteo Salvini viene contestato durante il comizio a Peschici (Foggia) da un gruppo di giovani che espone cartelli come "la solidarietà non è reato" e chiede conto dei "49 milioni della Lega e del caso Russia". Il Vice premier, che indossa una maglietta rossa con la scritta Peschici, viene contestato anche quando al termine del comizio rilascia delle dichiarazioni alla stampa.

Scontro Lega-M5s

Tra Lega e M5S è scontro aperto. Matteo Salvini accusa il Movimento 5 stelle di pensare ad un governo con Matteo Renzi e stronca l'ipotesi: "Sento toni simili tra Pd e Di Maio, sarebbe incredibile che ci fosse un governo così", dice da Termoli, dove si trova per un comizio. E promette "un governo che durerà cinque anni a colpi di sì. Non di elemosina o assistenza. Il governo dei "signor 'no' fa parte del passato. Ora guardiamo al futuro".

LEGGI ANCHE: Salvini apre la crisi di governo

L'attacco di Luigi Di Maio: "Giullare"

Questa la replica di Luigi Di Maio: "Caro Salvini stai vaneggiando, inventatene un'altra per giustificare quello che hai fatto, giullare.Questa di Di Maio-Renzi è una fake news di Salvini per nascondere il tradimento del contratto di governo e del paese". Interviene anche Casaleggio: "Salvini sta giocando d'azzardo con la vita degli italiani per un (presunto) tornaconto personale, ma soprattutto perché non vuole tagliare le poltrone dei parlamentari".

Berlusconi: “L’accordo di centrodestra prima del voto”

"Non saranno adesso le manovre di palazzo, i disperati tentativi propri del peggior teatrino della politica a risolvere i problemi degli italiani". Così Silvio Berlusconi in una nota in cui ricorda che il centrodestra governa "la maggior parte delle Regioni e dei Comuni con successo" e chiede di "non fare perdere al Paese altro tempo" con "avventurismi. Scegliamo la via della chiarezza: sottoscriviamo un accordo prima del voto", "scriviamo un programma tutti insieme" per mettere in campo "la squadra dei si'".