Crisi di governo, Mattarella avverte Conte: “Serve più responsabilità”

Crisi di governo Mattarella avverte Conte

Sergio Mattarella intende risolvere la crisi di governo in tempi brevi, ma a una condizione: che il prossimo esecutivo che si insedierà a Palazzo Chigi dimostri “più responsabilità” rispetto a quello appena caduto. È quanto il capo dello Stato avrebbe dichiarato nel corso di una telefonata al premier dimissionario Giuseppe Conte, secondo indiscrezioni riportate da Il Giornale.

Mattarella avverte Conte

Al momento si parla ancora di indiscrezioni, senza alcuna conferma ufficiale. Voci vicine al Quirinale informano che il presidente Mattarella avrebbe intenzione di affidare al premier dimissionario Conte l’incarico di formare un nuovo governo al termine della seconda giornata di consultazioni, nel caso di raggiungimento di un accordo Pd-M5s. Ma questa volta, avverte il capo dello Stato, le cose dovranno andare diversamente. Conte dovrà “crescere”, mostrare una maggiore responsabilità nel suo ruolo di leader del governo. Il Colle avrebbe inoltre chiesto all’avvocato del popolo di non essere un mero “passacarte” di decisioni prese da altre (prima la Lega, ora, forse, il Pd).

Crisi di governo, oggi le consultazioni

Sono le ore decisive per la risoluzione della crisi di governo. In mattinata si è tenuto un nuovo incontro tra Pd e M5s alla Camera, dopo l’annullamento del vertice il giorno precedente per volere del Movimento. Fonti pentastellate e dem parlano di un “confronto positivo”, ma restano ancora numerosi nodi da sciogliere. Tensione, in particolare, sulle cariche di premier e vicepremier. Sono in corso, nel frattempo, i colloqui del secondo giorno di consultazioni al Quirinale.