Crisi di governo: mercoledì Draghi parla alle Camere

Mercoledì. Segnate questa data perché sarà il giorno in cui Mario Draghi si presenterà alle Camere per le comunicazioni sulla crisi di governo.

Fino a quel giorno ne sentiremo di tutti i colori. Ci potrebbe essere un Draghi bis, come vorrebbero i renziani. O un esecutivo balneare per dirlo con le parole del leghista Molinari. Elezioni in autunno, ma anche no. Di certo se si andasse a votare ora il partito favorito sarebbe Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, forte della sua esperienza all'opposizione.

Non escludo si possa convincere Draghi a restare, ma non mi pare ci siano molti margini, considererei scandoloso mettere insieme il quarto governo calato dall'alto, sarebbe una scelta di gravissima responsabilità

Draghi in Algeria

Intanto lunedì Draghi ha un importante incontro ad Algeri per cercare di stringere un nuovo accordo per risolvere il problema energetico italiano, causato dalla crisi ucraina.  Sonatrach (l'azienda petrolifera algerina) ha annunciato che quest'anno aumenterà di altri 4 miliardi di metri cubi le sue forniture di gas all'Italia. In una nota congiunta, MiTE e Farnesina definiscono i 4 miliardi in più "un ulteriore passo nella strategia portata avanti dall'esecutivo e che, grazie anche al lavoro degli operatori italiani, mette in sicurezza il paese, già nel breve termine, sul fronte dell'approvvigionamento di gas".

Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, il paese maghrebino è diventato il primo fornitore di metano del Belpaese, tramite il gasdotto Transmed, che arriva a Mazara del Vallo passando per la Tunisia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli