Crisi di Governo, quando si potrà andare al voto?

elezioni
elezioni

All’orizzonte ci sono nuove elezioni per l’Italia. La crisi di Governo e le dimissioni del premier Mario Draghi con il conseguente scioglimento delle Camere, hanno scomussolato il panorama politico italiano in pochi giorni. Cosa ci aspetta nel futuro? Ecco quando i cittadini potrebbero essere chiamati alle urne.

Elezioni, italiani chiamati alle urne: cosa dice la Costituzione

Stabilire il giorno di apertura delle urne non è così semplice come si può immaginare. L’articolo 61 della nostra Costituzione recita in merito: Le elezioni delle nuove Camere hanno luogo entro settanta giorni dalla fine delle precedenti. La prima riunione ha luogo non oltre il ventesimo giorno dalle elezioni. Finché non siano riunite le nuove Camere sono prorogati i poteri delle precedenti.” Inoltre, bisogna sottolineare che il decreto che fissa le nuove elezioni deve essere pubblicato in Gazzettino Ufficiale Non oltre il 45esimo giorno antecedente quello della votazione.”

Le date prese in considerazione: ipotesi 18 settembre

A quanto si apprende, la data presa in considerazione è più vicina del previsto. Da alcune indiscrezioni pare addirittura che possa essere ufficializzata già nelle prossime ore. Si parla quindi del 18 settembre come giorno utile per aprire le urne: una data che, se dovesse essere confermata, è da segnare sul calendario di ogni italiano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli