Crisi, Di Stefano: spero nessuno si accodi a logica ricatti M5s

featured 1631824
featured 1631824

Roma, 20 lug. (askanews) – “Draghi lo ha detto in modo chiaro e credo che questa chiarezza abbia mandato in fibrillazione i partiti; ha detto che deve essere una maggioranza reale e non di facciata per risolvere i problemi degli italiani, io spero che le riunioni in corso riportino tutti sulla giusta strada, al Paese serve un governo che faccia cose concrete, è un po’ l’assurdità del ricatto che aveva posto il M5S e spero che nessuno si accodi a questa logica ricattatoria. Non è quello che ci serve e Draghi non è un politico e non ha interesse a sopravvivere in un governo sotto ricatto”.

Così il Sottosegretario agli Affari Esteri con delega all’internazionalizzazione, Manlio Di Stefano, di Insieme per il futuro.

“Draghi non ha parlato in dettaglio dell’inceneritore, ha sostenuto che alcune misure di quei nove punti famosi vanno riformati in modo corretto, lo stesso ha fatto con il centrodestra. Nessuno credo possa avere un pretesto dal suo discorso. Temo che la frase della maggio ranza vera e non di facciata abbia creato tensioni ma non è un problema di Draghi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli