Crisi Evergrande, moglie fondatore è tra gli investitori

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 set. (askanews) - In un anomalo tentativo di calmare gli investitori furiosi, dal management del gruppo di sviluppo immobiliare cinese Evergrande è arrivata la notizia che la moglie del fondatore della compagnia - Hui Ka Yan - ha acquistato prodotti d'investimento della compagnia per 20 milioni di yuan (2,6 milioni di euro). Lo scrive oggi il Financial Times.

Ding Yumei ha effettuato l'operazione l'8 luglio, quando insomma la crisi Evergrande era ormai conclamata.

La rivelazione viene in un momento in cui la tensione è alta attorno a Evergrande, la società immobiliare più grande per capitalizzazione in Cina ma anche la più indebitata, con centinaia di piccoli investitori che sono scesi in piazza davanti alla sede centrale di Shenzhen.

In tutto gli investitori in Evergrande sono circa 80mila. E non sembrano essere particolarmente impressionati dall'investimento di Ding.

Hui intanto ha proposto un piano di restituzione entro settembre del 10 per cento delle cifre investite e della somma totale entro 27 mesi. Il gruppo sta inoltre proponendo agli investitori di accettare proprietà a prezzi scontati per rientrare. Tutti progetti che non sembrano avere molta presa sugli investitori furiosi.

Nei giorni scorsi la compagnia ha comunicato vendite deludenti per il secondo trimestre e ha detto di essere sotto una "tremenda pressione" rispetto alla liquidità.

Evergrande siede su una montagna di debiti: qualcosa come 2mila miliardi di yuan (262,6 miliardi di euro) e ad agosto aveva segnalato di essere a rischio default. A pesare sulla compagnia anche il nuovo approccio regolatorio del governo cinese, che ha alzato la pressione sulle compagnie tech e immobiliari.

Il gruppo - che paga lo scotto anche di essersi fortemente allargato con una campagna di acquisizioni che l'ha portato anche in altri settori, come quello dell'auto elettrica - sta cercando di abbassare il livello d'indebitamento mettendo sul mercato alcuni asset. Recentemente si è anche parlato di una vendita in vista per il suo ramo auto elettrica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli