Crisi governo, Draghi un'ora al Quirinale da Mattarella

(Adnkronos) - Il premier Mario Draghi è salito al Quirinale per un colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il presidente del Consiglio è poi rientrato a Palazzo Chigi dopo l'incontro durato circa un'ora. La mossa arriva dopo che il governo ha ottenuto la fiducia dall’Aula del Senato sul decreto Aiuti, ma senza il voto del Movimento 5 Stelle. Dopo un iniziale stand by, il Consiglio dei ministri è stato convocato alle 18.15. Durante la riunione il premier dovrebbe riferire ai ministri le sue intenzioni.

Nessuna crepa sul fronte del non voto in Aula tra i Cinque Stelle: tutti i 61 senatori del partito di Conte sono stati dichiarati assenti dalla presidente Casellati, non avendo risposto alla chiama. Il tentativo di mediazione in extremis del ministro Federico D'Incà è fallito in mattinata dopo un confronto con il premier: Draghi ha infatti indicato come unica via percorribile la richiesta di fiducia al Senato, ma già ieri Conte aveva confermato il non voto dei pentastellati. D'Incà aveva quindi tentato in extremis di scongiurare la crisi di governo evitando appunto la fiducia, ma il premier ha tuttavia ribadito la linea.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli