Crisi governo, senatori M5S freddi su parole Draghi

(Adnkronos) - M5S freddo dopo il discorso di Mario Draghi al Senato. Al termine delle comunicazioni del presidente del Consiglio molti senatori pentastellati hanno sfilato nella Sala Garibaldi di Palazzo Madama senza rilasciare dichiarazioni. Qualcuno però non ha celato le proprie perplessità: "Il discorso di Draghi? Molto generico", ha detto all'Adnkronos Mario Coltorti, presidente della Commissione Trasporti. La capogruppo Mariolina Castellone si è trincerata dietro un no comment: "Parleremo dopo". Qualche parlamentare si è sfogato: "Avevamo chiesto impegni più precisi...".

Anche in Aula il Movimento ha dimostrato freddezza: sono stati pochi i passaggi dell'intervento di Draghi applauditi dai senatori. "Su lotta alle mafie, salario minimo e reddito di cittadinanza abbiamo applaudito. Di certo non l'abbiamo fatto sul nuovo invio di armi all'Ucraina...", ha spiegato una senatrice. Qualcuno ha contestato il passaggio sulla necessità di una nuova riforma delle pensioni. E alla fine i pentastellati, così come la Lega, non applaudono la fine del discorso del premier, che ha chiesto alle forze politiche che sostengono il suo governo di "ricostruire il patto di fiducia".

Intanto il leader 5 Stelle Giuseppe Conte, dopo essersi riunito con i suoi fedelissimi, ha incontrato diversi parlamentari, insieme ai capigruppo 5 Stelle di Montecitorio e Palazzo Madama, Davide Crippa e Mariolina Castellone. Agli incontri partecipano anche i membri della delegazione governativa del Movimento e i vicepresidenti grillini. "E' in corso un confronto sulle comunicazioni di Draghi", si limitano a spiegare fonti M5S.

In ogni caso, dopo le comunicazioni del premier, in discussione generale al Senato parlerà, per il M5S, solo Ettore Licheri. In un primo momento erano previsti anche gli interventi dell'ex capo politico Vito Crimi e di Susy Matrisciano, poi si è deciso di far intervenire solo Licheri.

'Dipende da cosa deciderà il Movimento...''. Davide Crippa viene intercettato al ristorante di Montecitorio dopo un breve e a tratti animato colloquio con il presidente della Camera Roberto Fico, durato circa cinque minuti. Il presidente dei deputati M5S ha risposto così quando gli hanno chiesto se sarà lui domani, in aula alla Camera, a fare le dichiarazioni di voto sulle comunicazioni fiduciaria di Mario Draghi. Crippa dribbla la domanda sui temi al centro del vis a vis con Fico. Poi, interpellato su cosa deciderà di fare il Movimento Crippa taglia corto: ''Vediamo quale sarà la posizione di Conte''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli