Crisi, L. Fontana: Salvini non è matto, d'accordo su caduta Conte

Bar

Roma, 2 set. (askanews) - "Salvini non è diventato matto. Chi lo accusa di aver sbagliato, e per fortuna nella Lega sono pochi, non sa nulla della vera storia della crisi. Bisognerebbe avere rispetto e fidarsi di più di un leader che ha preso un partito al 3% e ne ha più che decuplicato i consensi. E' stato un miracolo, una cosa mai vista, neppure ai tempi di Bossi. Io già non ci potevo credere l'anno scorso, quando abbiamo preso il 17%e superato Forza Italia. Non dico questo per ingraziarmi Matteo, non ne ho bisogno". Lorenzo Fontana, ministro leghista agli Affari europei nel governo uscente, lo ha detto in una intervista al quotidiano Libero.

"Nel partito, dai ministri agli amministratori sul territorio, non ce n'è uno - ha aggiunto - che fosse contrario a far cadere il governo. Lavorare era diventato impossibile, ci facevano (i 5 stelle, ndr) i dispetti, ci attaccavano pubblicamente, erano più aggressivi del Pd".