Crisi: Lagarde, serve flessibilita' su obiettivi di finanza pubblica

(ASCA-Afp) - Zurigo, 7 mag - La battaglia tra crescita

economica ed austerita' e' un ''falso dibattito'', cosi'

Christine Lagarde, Direttore del Fondo Monetario

Internazionale, torna a chiedere un maggiore grado di

flessibilita' per quei paesi dell'Eurozona che incontrano

difficolta' a rispettare gli obiettivi di finanza pubblica

fissati nei programmi di asssistenza finanziario, come nel

caso di Grecia, Portogallo e Irlanda.

Una dichiarazione che arriva all'indomani delle elezioni

presidenziali in Francia e di quelle politiche in Grecia, in

cui il numero uno del Fondo spiega come non si possano

forzare i paesi a tagliare ulteriormente la spesa pubblica se

una crescita economica inaspettamente basse erode dei bilanci

pubblici gia' problematici.

''I paesi devono tenere la mano ferma sul timone,

proseguire nel risanamento'', ha detto Lagarde parlando a

Zurigo, ''ma non dovrebbero combattere il calo delle entrate

fiscali o l'aumento della spesa pubblica solo perche'

l'economia si sta indebolendo'' al fine di raggiungere

obiettivi numerici di deficit.

Ricerca

Le notizie del giorno