Crisi, Leu dice che ascolterà Draghi, ma non potrà stare insieme alla Lega

Il premier incaricato ed ex presidente della Banca centrale europea Mario Draghi

ROMA (Reuters) - Il partito Liberi e Uguali ritiene incompatibile la propria presenza in un governo di Mario Draghi se la coalizione includesse la Lega.

Lo ha detto Loredana De Petris, capogruppo Leu al Senato al termine dell'incontro con il presidente incaricato, che sta sondando i partiti per verificare se ci siano i presupposti per formare un governo.

"Ci sono confini che rendono incompatibili i nostri temi con la presenza di forze come Lega. Siamo stati molto chiari e credo che la nostra chiarezza sia stata apprezzata", ha detto la senatrice.