Crisi: Marchionne, situazione di incertezza. Politici facciano qualcosa

(ASCA) - Venezia, 8 giu - ''Viviamo in uno stato di incredibile confusione e incertezza, speriamo che da parte dei politici ci sia intenzione di fare qualcosa''. Cosi (Berlino: XO2.BE - notizie) ' Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat (Milano: F.MI - notizie) , ha aperto i lavori del Consiglio per le relazioni fra Italia e Stati Uniti, organismo di cui e' co-presidente. ''Stiamo vivendo in questa situazione da piu' di un anno'', ha detto il manager puntando l'accento sulla crisi europea che dal suo punto di vista ''influenza la nostra vita di tutti i giorni''. Il pensiero di Marchionne e' rivolto al premier italiano Mario Monti, che questa sera non potra' partecipare ai lavori del consiglio Italia-Usa perche' ''e' stato trattenuto a Roma''. Marchionne ha comunque precisato che Monti ''e' la persona piu' vicina di tutti a quello che ci succede, parla con la controparte europea, porta avanti la discussione con i colleghi tedeschi e con la beneamata Cancelliera''.

Ricerca

Le notizie del giorno