Crisi, Morani: Pd determinante, no elezioni subito

Pol/Vep

Roma, 12 ago. (askanews) - "Penso che l'idea di Matteo Renzi di un governo che traghetti il paese verso le elezioni sia di buon senso". Lo ha detto Alessia Morani del Pd intervistata da Elisabetta Fiorito su Radio24.

"Penso si possano fare poche cose che consentano al paese di non piombare nell'incubo di un'economia disastrata e di essere traghettato verso il voto che non sia drammatico. Salvini non dice come fa a rispettare i tempi della manovra che non coincidono con quelli del ministro dell'interno", spiega. "Non mi pare un ostacolo mettere insieme forze politiche che si sono sfidate in questo periodo, Lega e M5s sono stati avversari prima del 4 marzo 2018" prosegue Morani.

Riguardo al dibattito nel Pd, Morani spiega che "il Pd non è rilevante solo ora che c'è la crisi, il Pd è il secondo partito che c'è in Italia, quindi credo che con noi si debba fare i conti. Il gruppo parlamentare del Partito Democratico sia alla Camera che al Senato è un gruppo parlamentare consistente. Perciò credo che il fatto che si esprima un'opinione rispetto a quelle che potrebbero essere le prospettive sia assolutamente legittimo. Salvini ha messo gli italiani all'ultimo posto". Morani, infine, non risponde su cosa farebbe se Renzi lasciasse il Pd.