Crisi rifiuti, ordine medici: a Roma si rischia emergenza sanitaria

Gtu

Roma, 2 ott. (askanews) - Crisi rifiuti a Roma, nella capitale "si rischia l'emergenza sanitaria" e a lanciare l'allarme è l'ordine dei medici di Roma, che chide di "trovare una soluzione al piu presto".

"Il caos in cui versa l'Ama con le ennesime dimissioni dell'ennesimo Consiglio d'amministrazione e la nomina di un nuovo responsabile preoccupa l'ordine dei medici di Roma e provincia che continua a monitorare costantemente la situazione", hanno sottolinea Antonio Magi e Pierluigi Bartoletti, presidente e vice presidente Omceo Roma, in una nota congiunta. "La raccolta dei rifiuti nella capitale d'Italia si regge, e male, su un fragilissimo equilibrio basato principalmente sulla buona volontà delle Regioni vicine ad accogliere, seppur a caro prezzo, i nostri residui", hanno ricordato i rappresentanti dell'ordine dei medici, avvertendo: "Non c'è spazio dunque per improvvisi blackout del ciclo di raccolta e smaltimento".

E "come Ordine dei medici abbiamo e sentiamo il dovere di rivolgere un appello a tutti i soggetti che ne hanno la responsabilità affinché si siedano intorno ad un tavolo e trovino una soluzione in breve tempo".

L'Omceo "è disponibile a fare la sua parte e incontrare i vertici dell'Ama", perché "occorre evitare che in breve tempo si creino nella Capitale d'Italia cumuli di immondizia in ogni strada, nei pressi di scuole, ospedali, luoghi pubblici e che un simile degrado diventi attrattivo per gli animali", e "non c'è tempo da perdere".