Crisi virus, cade il governo in Kosovo

vgp

Roma, 26 mar. (askanews) - Una lotta di potere interna, controversie su come affrontare al meglio il coronavirus e uno scontro tra sostenitori di una politica estera filo-americana filo- europea, sono i fattori che hanno portato a far cadere il governo in Kosovo, facendo precipitare il paese nel caos costituzionale proprio quando dovrebbe escogitare una risposta locale alla pandemia .

Il governo del primo ministro Albin Kurti ha perso un voto di sfiducia promosso da uno dei suoi stessi partner della coalizione mercoledì sera tardi, con 82 voti favorevoli, 32 voti contrari e 1 astensione. Il voto dopo un tempestoso dibattito di 12 ore in parlamento.

Di sconcerto - riporta il Guardian - la reazione di molta parte della cittadinanza, basita dalla scelta di andare a una crisi di governo proprio mentre infuria l'epidemia di coronavirus.