Cristiano Ronaldo è una maschera di sangue: violento scontro durante il match di Nation League

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Durante il match di Nations League tra Portogallo e Repubblica Ceca, Cristiano Ronaldo ha avuto un violento scontro contro il portiere Tomas Vaclik e ha iniziato a perdere sangue dal naso, tra l’apprensione generale di compagni e tifosi lusitani.

Apprensione per Cristiano Ronaldo: maschera di sangue dopo scontro con portiere ceco

Attimi di apprensione per Cristiano Ronaldo: il fenomeno portoghese durante il match di Nations League contro la Repubblica Ceca si è reso protagonista suo malgrado di un violento scontro con il portiere ceco Tomas Vaclik, cadendo a terra con il volto coperto di sangue.

Al 10′ l’attaccante del Manchester United ha cercato di colpire di testa un pallone deviato in area (tra l’altro in fuorigioco), non vedendo l’uscita delll’estremo portiere avversario, anch’esso caduto a terra dolorante.

Nonostante la brutta ferita e la copiosa uscita di sangue, una volta ricevute le cure mediche, il campione portoghese è tornato in campo e ha proseguito la gara, vinta poi dai lusitani per 4-0, senza però la firma del capitano. Ecco le impressionanti immagini di Ronaldo.

Momento no per il portoghese

Cristiano Ronaldo non sta di certo passando i momenti più esaltanti della sua carriera. Oltre agli attriti con il tecnico dello United Ten Hag, l’esclusione per la prima volta nella sua carriera dalla Champions League e la vena poco realizzativa in Premier League, negli ultimi giorni la FA ha accusato il portoghese di condotta violenta contro un tifoso in riferimento al match dello scorso 9 aprile tra Everton e Manchester United, quando Ronaldo arrabbiato per la sconfitta, aveva dato uno schiaffo allo smartphone di un giovane tifoso disabile.

La madre del tifoso aveva denunciato il gesto senza precedenti di Ronaldo che si è subito scusato e ha invitato il ragazzo a Old Trafford per una foto e un autografo, ma per la Football Association le scuse non sembrano bastare e probabilmente seguiranno anche i fatti.