Cristina Chiabotto nei guai: deve 2,5 milioni di euro al fisco

Cristina Chiabotto indebitata fisco

Cristina Chiabotto è indebitata con il fisco per un totale di due milioni e mezzo di euro. Per questo ha chiesto la procedura di liquidazione regolata dalla legge 3/2012 (la cosiddetta salva suicidi) che permette al debitore di proporre al creditore una ristrutturazione del debito. Questo verrebbe cancellato a fronte di un pagamento soltanto parziale, cosa a cui lei mirerebbe.

Cristina Chiabotto indebitata con il fisco

I debiti in questione riguardano per 2,1 milioni cartelle notificate dall’Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia), per 252.000 euro di un debito con l’Agenzia delle Entrate e per 93.000 euro un mutuo acceso con la Banca Sella. Ce ne sarebbe poi un altro minore con un condominio di Torino per spese non pagate.

Nelle carte sarebbero indicati i beni mobili e immobili dell’ex Miss Italia per risanare i propri debiti, ovvero i negozi di sua proprietà situati a Torino e Borgaro Torinese. Questi avrebbero però un valore dichiarato di soli 241 mila euro. Nel 2018 la Chiabotto ha dichiarato un fatturato di 500 mila euro, di cui il reddito disponibile ammonta soltanto alla metà.

La liquidità disponibile dichiarata sarebbe però soltanto di 9 mila euro. Non risulterebbero poi conti correnti, autoveicoli o beni di pregio a lei intestati. Nella dichiarazione presentata a giugno 2019 aveva dichiarato di vivere con la mamma casalinga, la nonna pensionata non autosufficiente e la sorella studente. Aveva anche chiesto che le venissero riconosciute spese di mantenimento pari a 50 mila euro annui. Nessuna menzione all’epoca in merito all’imminente matrimonio da favola con l’imprenditore Marco Roscio né al suo trasferimento nel parco della Mandria.