Cristina D'Avena: "So di essere desiderata da molti uomini"

Chi

313 pubblicazioni, 743 brani, 86 album, 84 singoli, di cui 74 in vinile e oltre 7 milioni di copie vendute. Non si tratta di una rock band internazionale, ma di Cristina D'Avena. I suoi concerti sono sempre sold out e non è raro vedere gruppi di ragazzotti rock che cantano a squarciagola "Memole dolce Memole".
Protagonista di un'intervista per Chi, la regina delle sigle dei cartoni animati ha parlato di cosa significhi essere un mito dei bambini e allo stesso tempo un sex-symbol.

Mi lusinga essere così desiderata perché essendo estremamente femmina, è normale che mi faccia piacere che un uomo mi possa desiderare. Anche se, leggendo certi commenti che ricevo mi dico: 'Ammazza, e pensare che canto i Puffi!'

E infatti un utente, sotto una sua famosa foto in bichini in una posa provocante non ha potuto non commentare "Ti pufferei".

I miei fan rock ai concerti mi urlano 'escile!', lo scrivono anche sui cartelli ed è diventato un hashtag. Se potessi fare un cosplay? Sailor Moon o Licia.


È indiscusso, Cristina è si un mito dei bambini, ma anche una donna che ama valorizzarsi e sentirsi ammirata dai suoi fan anche per i suoi look. Abiti a ruota, a palloncino, corpetti, giacchini in pelle e stivali sono solo alcuni degli outfit di Cristina, rigorosamente dotati di scollature generose e che non passano mai inosservati, da vera principessa dei cartoni animati.

Le mie scollature? Mi piace far vedere le cose belle che ho. Quella è tutta roba mia, merito della mia mamma. Non mi avrà fatto 1 metro e 80 ma il mio volume ce l'ho e guai a chi si azzarda a dire che è rifatto!

Cristina non si tira indietro nel dire che ama fare foto in pose un po' appariscenti, e che lo fa per i...

Continua a leggere su HuffPost