Croazia punta a essere pronta per adozione euro da 1 gennaio 2023 - premier

·1 minuto per la lettura
Il primo ministro croato Andrej Plenkovic parla ai giornalisti durante un meeting del Consiglio europeo a Bruxelles.

ZAGABRIA (Reuters) - La Croazia punta a essere pronta ad adottare l'euro all'inizio del 2023, come comunicato dal premier Andrej Plenkovic.

Lo scorso anno la Croazia è entrata negli Accordi europei di cambio (Erm-2), una sorta di sala d'attesa per il passaggio all'euro in cui i Paesi devono restare per almeno due anni per provare la stabilità della loro valuta e la resilienza dell'economia e delle finanze pubbliche.

"Sono convinto che saremo pronti per adottare l'euro l'1 gennaio 2023", ha detto Plenkovic.

L'ingresso nella zona euro ridurrebbe i tassi di interesse della Croazia e incrementerebbe gli investimenti stranieri, oltre a farla salire potenzialmente di due livelli nel rating del credito, ha affermato il primo ministro croato.

Al momento due delle tre maggiori agenzie di rating a livello globale hanno assegnato alla Croazia il giudizio più basso.

Circa il 60-70% dei risparmi dei croati sono denominati in euro, la percentuale più alta tra tutti i Paesi esterni al blocco monetario.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli