Croazia rinforza controlli su litorale per salvare stagione turistica

·1 minuto per la lettura
Bagnanti in spiaggia a Dubrovnik

ZAGABRIA (Reuters) - La Croazia ha deciso di rendere più stringenti i controlli per impedire la diffusione del Covid-19 sul proprio litorale, nell'ambito di uno sforzo teso a salvaguardare la stagione turistica, di vitale importanza per il paese.

Lo ha detto il ministro dell'Interno Davor Bozinovic.

"Gli assembramenti di oltre 50 persone saranno proibiti a partire dalla prossima settimana", ha detto Bozinovic, che è anche a capo della direzione nazionale della protezione civile, durante una conferenza stampa a Zagabria.

Le uniche eccezioni saranno gli eventi a cui potranno partecipare fino a 1.000 persone, come i concerti, dove sarà richiesto a tutti i partecipanti di mostrare un certificato che provi che sono vaccinati, risultati negativi a un tampone Covid o sono guariti dalla malattia.

"Gli stessi parametri saranno in vigore per chiunque voglia assistere a un evento sportivo", ha aggiunto Bozinovic.

La Croazia, grazie ad attrazioni come la costiera dalmata, gli arcipelaghi di isole, le spiagge mozzafiato, i mari cristallini e le antiche città veneziane della costa, è una delle mete preferite dei turisti in arrivo da Italia, Austria, Germania e dall'Europa orientale.

Il turismo rappresenta circa il 20% del prodotto interno lordo del paese.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli