Crolla la domanda di cacao, 100 mila tonnellate invendute in Costa D'Avorio

·1 minuto per la lettura

AGI - Il Consorzio regolatore del cacao in Costa d'Avorio (Cocoa and Coffee Council sta cercando di vendere sul mercato internazionale 100 mila tonnellate di cacao attualmente detenute da commercianti nazionali. La Ccc offre le fave di cacao con uno sconto di circa 280 dollari rispetto ai livelli medi, ma gli acquirenti chiederebbero un ulteriore abbassamento del prezzo proprio a causa dell'eccesso di offerta.

"Ci sono circa 100 mila tonnellate di cacao detenute da piccoli esportatori ivoriani che il Ccc sta cercando di vendere, ma il problema è che nessuno è interessato", ha dichiarato alla Reuters il direttore di una società di export. Lo sconto richiesto dagli esportatori sarebbe tra i 350 e i 400 dollari la tonnellata.

Il raccolto eccezionale di quest'anno e una domanda globale piuttosto debole a causa dalla crisi da coronavirus, insieme all'introduzione di un premio per gli agricoltori, hanno lasciato centinaia di migliaia di tonnellate di fave di cacao invendute nei magazzini.