Crollo Genova, Conte: città ha ridato speranza a un Paese intero

Vep

Roma, 14 ago. (askanews) - "Genova precipitata nell'ora più buia ha riacceso la luce e ha ridato speranza a un paese intero". Lo ha detto a Genova il premier, Giuseppe Conte, alla commemorazione delle vittime del crollo del ponte Morandi.

"La ricostruzione è cominciata, il cantiere è attivo sette giorni su sette e ringrazio tutti coloro che stanno lavorando. Il nuovo ponte dovrà essere percorribile nel mese di aprile dell'anno prossimo" ha aggiunto Conte. "Dobbiamo lavorare ancora anche per voi familiari delle vittime, abbiamo aperto un tavolo tecnico e stiamo lavorando per vedere come erogare degli anticipi per chi affronta il percorso e le spese giudiziarie. Il nuovo ponte rappresenterà il simbolo della rinascita che sempre deve seguire a un dolore, la vita deve sempre rinnovarsi e riprendere a fluire", ha sottolineato il premier. "Siamo ripartiti dalla promessa 'non lasceremo sola Genova: quel monito è diventato impegno" ha concluso.