Crollo Genova, M5s: non abbandoneremo città e suoi abitanti

Pol/Vep

Roma, 14 ago. (askanews) - "Oggi è il giorno del ricordo e del dolore per la morte di 43 persone a seguito della tragedia di ponte Morandi, non delle polemiche. Vogliamo soltanto ribadire il nostro impegno diretto e quotidiano e la nostra vicinanza ai familiari delle vittime, agli sfollati e ai cittadini di Genova. Una vicinanza che continueremo a dimostrare con i fatti: dalle norme a sostegno della città ai fondi per far ripartire famiglie e imprese, fino alla costruzione del nuovo ponte, finalmente partita". Lo affermano in una nota i deputati liguri del Movimento 5 Stelle Sergio Battelli, Marco Rizzone, Roberto Traversi e Leda Volpi, a margine della cerimonia di commemorazione delle vittime ad un anno dal crollo del Ponte Morandi.

"È un lavoro complesso, che richiederà tempo e l'impegno di tanti professionisti, per garantire in tempi brevi un ponte solido e sicuro, e inaugurarlo all'inizio del 2020. Insieme al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli abbiamo iniziato a disegnare un futuro diverso per la città e i suoi abitanti, e il MoVimento 5 Stelle non li abbandonerà, così come continuerà a perseguire l'obiettivo di arrivare alla revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia", concludono.