Crollo Genova, Salvini: la rabbia dei parenti è anche la mia

Genova, 14 ago. (askanews) - "La richiesta di giustizia dei familiari delle vittime deve essere portata avanti. Ringrazio i genovesi e la città per la forza, la velocità e l'efficienza con cui si sono rialzati. La richiesta di giustizia e la giustificata rabbia dei papà e delle mamme sono anche le mie". Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, parlando con i giornalisti al termine della cerimonia di commemorazione per il primo anniversario del crollo di Ponte Morandi. "I piloni vecchi che vengono abbattuti e i nuovi che nascono -ha sottolineato Salvini- non riportano in vita questi ragazzi e queste ragazze ma sono il simbolo di un'Italia che guarda avanti. L'anno prossimo sul nuovo ponte ci saranno famiglie e bambini che magari viaggeranno per andare in vacanza. Poi ci saranno i processi, gli avvocati, le condanne e i risarcimenti ma la sensibilità dei familiari -ha concluso- prevale su tutto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli