Crollo Genova, senatori liguri Lega: verità e giustizia per vittime

Bac

Roma, 14 ago. (askanews) - "Oggi è un giorno durissimo per Genova, per la Liguria, per tutto il Paese. Impossibile dimenticare quel 14 agosto del 2018, il giorno del crollo del ponte Morandi, una ferita ancora aperta per tutti noi e per tutti coloro che portano Genova nel cuore. Oggi è il giorno del silenzio commosso, di un doveroso ricordo di quarantatré vite che non ci sono più. Le vite spezzate, gli sfollati, le tantissime conseguenze nefaste di un evento senza senso sono ancora fisse nella nostra memoria. Abbiamo chiesto di fare luce sulla tragedia e chiediamo giustizia per le vittime innocenti. Genova e i suoi abitanti, con lo spirito forte, la dignità e l'orgoglio tipico dei liguri, hanno saputo rialzarsi". Lo affermano in una nota i senatori liguri della Lega, Stefania Pucciarelli, Paolo Ripamonti e Francesco Bruzzone.

"Molto - aggiungono - è stato fatto. Con il decreto Genova, grazie al prezioso lavoro di Edoardo Rixi, si é usciti dalla fase emergenziale ponendo le basi di una ricostruzione razionale e sostenibile. C'è, però, ancora, tanto da fare: non abbasseremo la guardia, restando vigili affinché su questa vicenda non si posi la polvere dell'oblio, non cali mai l'attenzione: lo dobbiamo ai morti innocenti, ai loro cari e anche a noi stessi".