Crollo Genova, Sozzani (Fi): ora giustizia, no alibi concessioni

Pol/Bac

Roma, 14 ago. (askanews) - "E' passato un anno, ma il dolore resta. Così come resta il ricordo delle 43 vittime e delle 500 persone che hanno perso la casa. In tutti questi mesi, Genova non si è fermata un giorno, ha seppellito i suoi morti e ha cercato di dare una casa agli sfollati". Lo afferma in una nota Diego Sozzani, deputato e capogruppo di Forza Italia in Commissione Trasporti.

"Tuttavia, nel giorno in cui Genova si ferma per ricordare i suoi morti, tutti - aggiunge - dovremmo fermarci a riflettere sul tema delle responsabilità: a un anno dalla tragedia non c'è ancora giustizia e il viadotto è da ricostruire. Ancora una volta assistiamo all'assurdo teatrino di quella politica che, non sapendo guardare al futuro, sposta il dibattito sul tema delle concessioni che diventa un alibi. E' l'Italia che non vorremmo consegnare ai nostri figli, l'Italia che non può e non deve fermare la ricostruzione, nemmeno di fronte alla crisi e a dispetto di chi tenta di farci credere che basta una gara d'appalto per risolvere i problemi del Paese", conclude.