Crollo termico

webinfo@adnkronos.com

Il tempo sull’Italia è destinato a mutare ancora una volta; dopo una lunga parentesi stabile e con valori termici sopra le medie stagionali, ecco che è dietro l’angolo un netto cambio circolatorio. ILMeteo.it comunica che da oggi lo scenario meteorologico sul nostro Paese è destinato a cambiare radicalmente: assisteremo infatti, nel corso del giorno, ad un deciso raffreddamento, a causa soprattutto dei venti di Bora che non permetteranno alle massime di superare i 15/16°C, valori che, ad esempio, si misureranno a Torino, Milano e Bologna.  

La colonnina di mercurio scenderà anche al Centro, come a Firenze, dove sono attesi non oltre i 17/18°C e a Roma, dove non si oltrepasseranno i 20°C. Il Sud, per il momento, la farà ancora da spettatore, con un clima sempre piuttosto mite per il periodo. Ma sarà solo questione di tempo. 

ILMeteo.it avvisa che la fase più fredda si avvertirà da domani quando un ritorno a cieli più aperti sui comparti centro-settentrionali dell’Italia comporterà un vero e proprio crollo delle temperature notturne: su molte città della Val Padana si registreranno valori intorno ai 6/8°C (con le massime non superiori ai 12/14°C). Solo qualche grado in più sui settori interni del centro, come a Firenze e Roma, dove in prima mattinata si toccheranno al massimo i 12/13°C. Al Sud, i valori diminuiranno in forma meno eclatante, con punte massime che si attesteranno sui 20/21°C, ma la differenza termica sarà comunque discretamente percepibile anche su questi settori.