Crollo ulteriore del Carroccio e declino di Renzi, il sondaggio Swg disegna il quadro del momento

·2 minuto per la lettura
Salvini all'udienza Gup Open Arms
Salvini all'udienza Gup Open Arms

Sondaggi politici, calano Lega e Pd, su M5S e FdI, Carlo Calenda guadagna punti e Matteo Renzi tracolla, ma il dato costante è che Fratelli d’Italia non arresta la crescita dei suoi consensi. A voler dare una lettura “di somma” delle intenzioni di voto degli italiani rilevate dal sondaggio di Swg per il Tg La7 ci sono degli assunti concettuali abbastanza evidenti, vediamo. Innanzitutto la Lega, che come partito di governo nelll’esecutivo Draghi continua a spiazzare i suoi elettori, anche al netto di grandi spot mainestream come ad esempio la questione Open Arms. Matteo Salvini di lotta e di governo non è abbastanza duro per stare dentro e non sarebbe stato abbastanza coraggioso da restarne fuori.

Sondaggi, calano Lega e Pd, Meloni inarrestabile

Chi ci guadagna è Giorgia Meloni, che con il suo partito a trazione “di opposizione purista” per ora continua ad incassare credito. Risale poi il Movimento 5 Stelle, forse sull’onda della leadership carismatica di Giuseppe Conte, mentre il Pd di Enrico Letta e Forza Italia segnano una piccola flessione. Vediamo: la Lega perde ancora punti, lo 0,8% e cala al 21,2%. Il partito di Salvini resta primo nelle intenzioni di voto, ma il Pd di Letta lo tallona. Pd che però perde un quinto di punto e scende al 19,1%. Dietro ai Dem un testa a testa fra M5S e FdI. Il Movimento 5 Stelle recupera lo 0,7% e risale al 18,4%, ma subito dietro c’è Fratelli d’Italia, che rosicchia consensi alla Lega e sale al 18%.

Lotta a due intorno al 18% e FI giù

Attenzione: fra Salvini e Meloni ci sono appena 3,2 punti percentuali. Bisogna scendere di molto per trovare Forza Italia, che questa settimana perde un terzo di punto e cala al 6,4%. Guadagna Azione che sale al 3,7%: Poi Sinistra italiana perde lo 0,3% e scende al 2,8%. Cala ancora Italia Viva, anche se di un decimo di punto, e si ferma al 2,1%. In coda e a seguire: i Verdi perdono lo 0,3% e scendono all’1,9%, +Europa guadagna lo 0,2% e sale all’1,7%. Infine Mdp Articolo 1, +0,2 e quota 1,7%. Chiude Cambiamo di Giovanni Toti, che guadagna un decimo di punto e sale all’1,1%.